L’antica Città di Lagaria su Monte Coppolo, protagonista del fine settimana tra natura e cultura

Una cinquantina di curiosi ed escursionisti pugliesi, lucani e calabresi, si sono dati appuntamento al Bar Boletos nel centro storico di Nova Siri (MT) per partire alla scoperta dell’antica città di Lagaria, fondata secondo il mito da Epeo Costruttore del Cavallo di Troia in onore della madre. Una passeggiata sul sentiero 990, dall’antico serbatoio dell’acquedotto, reperto di archeologia industriale, fino alla cima dove cinte murarie delimitano un pianoro che apre la vista a 360° dal Pollino al Mar Jonio. Durante la camminata il poeta Angelo Viccari ha recitato alcune poesie e l’istruttore Florentin Apreutesei ha tenuto una breve lezione su come comportarsi in caso di morsi di serpenti o insetti.

Una camminata di poche ore, per rientrare nel centro storico di Nova Siri dove lo staff “Briganti in Piazza” ha presentato agli escursionisti alcune specialità lucane. Il gruppo ha ricambiato l’accoglienza trasformando la piazza in una sala da ballo Swing. “Una giornata fantastica – ha dichiarato la motivatrice del gruppo Enza Tricarico – Lagaria rappresenta un’occasione per vivere e far vivere il nostro territorio e i piccoli borghi storici. La gente ha bisogno di nuove esperienze, ascoltare storie locali, divertirsi in un ambiente sano”.

IMG-20220602-WA0011 1jpg

Per conoscere meglio Lagaria e la sua storia, seguici anche su facebook




anche questo post è sostenuto da:
Senza nome 4jpg
LagariaWeoffjpg
LagariaEmmeservicejpg
lagariaDAKARjpg
LagariaTerreLucanejpg