FAVOLE, la vite e l'olivo

Favole è una graziosa donna dell'Enotria,  antica regione d'Italia meridionale. Tra le prime abitanti di Lagaria, conosce Epeo proprio su Monte Coppolo.  Conserva la propria identità «indigena», pur condizionata progressivamente dal processo di ricezione dei modelli culturali di matrice ellenica. A differenza della donna Greca godeva di maggiori libertà, partecipava ai banchetti e coltivava la vite, producendo un ottimo vino, per molti addirittura curativo. Favole conosce le erbe e le piante aromatiche e officinali di cui il monte è ricco. Da Epeo impara la domesticazione dell'ulivo e le proprietà dell'olio d'oliva. Le sue vesti sono ricche di ornamenti in bronzo, oro, ferro e ambra. Collane, bracciali e orecchini rendono ancora più attraente Favole agli occhi di Epeo. 
FAVOLE 1jpg